Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - LE FRAZIONI - SANTA IONA - Storia - La Torre

La Torre
Testi a cura di Francesca Stornelli
 
Foto di Francesca Stornelli
 Torre S.Iona 
prospetto Sud-Est
 
Santa Iona La torre
Nell'ambito del sistema difensivo della Marsica, la torre d'avvistamento di 
S. Iona si inserisce quale punto di connessione tra il castello di S.Potito e quello di Celano, sulla strada di penetrazione alla piana del Fucino dalla conca aquilana, attraverso l'altopiano delle Rocche. La torre fu edificata nel XIII sec. dai Conti di Celano su di un colle intorno al quale si coagula il centro antico.
La costruzione ha rappresentato la circostanza fondamentale per l'evoluzione urbana: ha, infatti, svolto un ruolo genetico nella formazione del centro abitato.
 
La tipologia è quella di una torre isolata a pianta circolare impostata su un banco roccioso; costituita da due ambienti sovrapposti: quello inferiore a pianta circolare coperto a volta emisferica in pietra con un'apertura oculare, riquadrata in pietra concia al vertice. Quest'ambiente veniva adibito a magazzino e cisterna ed era suddiviso in altezza in due vani, infatti restano nella muratura, ad una certa quota, i segni degli alloggiamenti delle travi del solaio intermedio.
  
Il piano superiore, destinato al corpo di guardia, è a pianta ottagonale; si accedeva ad esso tramite una pusterla orientata a sud verso l'alveo del Fucino, sormontata da un architrave rettilineo monolitico in pietra; al di sotto rimane una mensola che sosteneva il ponte di legno che collegava la torre al battiponte, oggi inesistente. La canna muraria è impostata su un anello di base di maggior diametro, il paramento esterno è in conci squadrati di pietra sovrapposti in filari regolari. Non si esclude che un tempo, la torre, fosse più alta e munita di merlatura, gli eventi storici e naturali, tra i quali il terremoto del 1915, hanno danneggiato la costruzione, soprattutto nel paramento esterno in quanto sono stati prelevati in più parti numerosi conci di pietra, riutilizzati per edificare le costruzioni vicine.
  
La torre è stata restaurata integrando il paramento esterno delle parti mancanti, richiudendo una breccia esistente sul prospetto meridionale e creando un varco d'accesso al vano inferiore. Il vano superiore e stato coperto con un solaio in ferro e laterizio. 
 
 
Sei in: - LE FRAZIONI - SANTA IONA - Storia - La Torre

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright